Live Pages: un’app per leggere facile

La lettura ci amplia gli orizzonti, ci fa uscire dal nostro piccolo mondo e ci apre porte che magari prima, da soli, non eravamo in grado di vedere. Sin da bambina ho amato leggere ma, pian piano che crescevo, ovviamente, le letture cambiavano, diventavano più difficili.

Ogni volta che iniziavo un libro lo finivo quasi tutto d’un fiato, poi c’erano anche dei giorni in cui ero più distratta e quindi se non capivo una pagina prendevo una matita e segnavo un puntino sopra così da vedere, a fine giornata, quante volte l’avessi riletta. Beh, una sera i puntini erano sette e nonostante io potessi essermi distratta, probabilmente la lettura di quel classico era più difficile del solito. Cercando un modo per comprendere a pieno quel testo ho aperto Google e mi sono ritrovata su “Live Pages”, un’applicazione che aiuta nella lettura di testi di tradizione russa, in particolare Tolstoj. Mi dico: “magari non è ciò che stavo cercando”, ma mi incuriosisce molto e vado a fondo nella ricerca; così scopro che a livello pratico ci aiuta a prendere note, approfondire il tema, comprendere l’autore ed i suoi personaggi.

Ecco! Per i più pigri, o come me a volte distratti, o magari per coloro che non sono così propensi alla lettura di opere troppo impegnative, come nel caso del nostro Tolstoj, potrebbe essere una valida alternativa. Ma ora la domanda che potremmo porci è “perché proprio questo autore?” e “come mai le sue opere sono così complesse?”.

Lev Tolstoj, ancora oggi difficile da decifrare per i contemporanei, ebbe una vita tormentata a causa della lotta contro se stesso e contro la società; per questo motivo più di una volta è risultato enigmatico e contraddittorio. Si rimproverava i vizi, come la vanità e l’orgoglio e si rispecchiava nel resto del mondo, che era per lui vuoto e senza morale. Tra i classici più complessi della letteratura, due appartengono a questo autore: “Guerra e pace” e “Anna Karenina”.

Egli sin da subito ha voluto trasmettere dei forti valori morali, per fare ciò analizzava la psicologia di ogni singolo personaggio. Inoltre, i nomi russi sembrano, soprattutto per chi non ha dimestichezza con la lingua, tutti molto simili, quindi la lettura diventa più complessa. Ecco, queste sono alcune delle motivazioni che hanno spinto a creare Live Pages e quindi… perché non provarla?

Paola Palumbo

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi