Amor ch’a nullo amato amar perdona

Nel ventunesimo secolo pare che Mark Zuckerberg, con le sue invenzioni, abbia aumentato like, cuori, followers e… Corna!

Ma non date la colpa a Zuckerberg se il vostro compagno vi ha abbandonato per un profilo Instagram migliore del vostro; se il miliardario statunitense ha infatti spianato e facilitato la strada, ricordate che il tradimento è il vizio più vecchio del mondo. Per cui, cari lettori, consolatevi. Ecco a voi la top ten degli adulteri più famosi della storia.

Il primo posto, meritatissimo aggiungerei, se lo conquista Napoleone Bonaparte che con le sue otto amanti, escluse le mogli legittime, ovviamente, si dichiara essere particolarmente attivo nell’ars amandi.

Una delle amanti più note, conosciuta tra gli uomini del comandante come “la Cleopatra di Napoleone”, fu Marguerite Pauline Bellisle Fourès.
Conosciuta al Cairo la donna divenne presto la sua amante e il furbone, per poterla portare con sé nelle sue campagne militari, spedì il marito della donna altrove, a sbrigare faccende importanti per conto suo. Tornati però in Francia, nonostante la promessa di sposarla e il divorzio di lei, Napoleone la saluta allegramente, baci bacini, e scappa verso la prossima conquista.

Ovviamente non nomineremo tutte le amanti dell’imperatore francese, ma vorrei ricordare, in tempi sanremesi, Giuseppina Grassini che, ovviamente per le sue eccezionali doti canore, ne sono sicura, fu nominata prima cantante di sua Maestà.

Al secondo posto troviamo Garibaldi e i suoi mille… Amori!

Anche lui, oltre le sue tre mogli ufficiali, ebbe svariate amanti e quasi tutte di classe. Conosciuto per essere un uomo rude e poco delicato, ai suoi piedi ebbe fanciulle come la nobildonna inglese Mrs. Deidery, la poetessa Madame Louise Colet.
Ma la peggior sorte toccò alla contessa Maria Martini della Torre che, follemente innamorata di lui, all’amore non corrisposto del condottiero, impazzì e fu rinchiusa in manicomio.

Il terzo posto se lo aggiudica, con classe aggiungerei, il sovrano Guglielmo II di Prussia. Pare infatti che l’imperatore tedesco abbia avuto svariate relazioni extraconiugali nel corso del suo matrimonio, ma lo scandalo a corte lo procurò la prostituta Emilie Klopp nota, nei corridoi del palazzo reale, come “Miss Love”. Si racconta che l’imperatore abbia consumato con lei un rapporto non pagato che non fu preso molto bene dalla bella Miss Love la quale, appena Guglielmo II fu nominato Kaiser, gli fece arrivare un bel conto da saldare. Chissà come l’ha presa l’imperatrice Auguste Viktoria.

Il quarto posto è tutto per Luigi XIV, noto come il “Re Sole” che infatti “brillò” per le sue amanti. Pare infatti che il sovrano non si accontentasse solo della moglie Maria Teresa D’Austria ma fu attratto da marchese, madamigelle e altre signorine di corte con le quali ebbe anche molti figli illegittimi. Si racconta anche che per facilitare i suoi incontri adulterini, fece costruire a Versailles, dei corridoi segreti per restare lontano dagli occhi vigili della moglie.

La più fortunata delle sue amiche fu però la marchesa di Maintenon che il re sposò segretamente alla morte della sua moglie legittima. (Una gioia a corte).

Il quinto posto, ma non in ordine di fedeltà, è per il Principe Filippo e i suoi 68 anni di tradimenti a discapito della regina inglese Elisabetta II. Si racconta che già prima del matrimonio il duca di Edimburgo abbia avuto qualche scappatella, ma pare anche che non si sia fermato una volta avuta la fede al dito, anzi… Tra attrici, nobildonne, cantanti, Filippo non si è fatto mancare nulla, neppure di farsi vedere alla luce del sole dalla regina più longeva d’Inghilterra.

Sesto posto per Luigi XV di Borbone. Il sovrano francese non nascose mai le sue numerose amanti all’ufficiale moglie e anzi, due in particolare furono anche ammesse a corte. Chi? Ma chiaramente Madame di Pompadour che divenne Marchesa per “meriti speciali” e Madame du Barry che pare però sia stata la sua ultima amante.

Il settimo posto è tutto per il letterato Gabriele D’annunzio. Che sia stato molto allegro nelle relazioni extraconiugali si sa. Qualcuno stima che abbia avuto circa venti amanti, altri, giustamente, credono sia un numero troppo modesto per un donnaiolo come lui.

Con un personaggio del genere è inutile nominare tutte le sue amanti ma sarà il caso di ricordare la famosa Maria Gravina la cui relazione gli costò persino una condanna a 5 mesi di reclusione per adulterio dopo la denuncia del marito di lei.

L’ottavo posto è per il presidente John Fitzgerald Kennedy, noto per aver avuto una tra le amanti più belle e desiderate di sempre. Un esempio? La seducente Marilyn Monroe. Ma probabilmente la bellezza non è tutto e nessuna delle sue bellissime amanti, infatti, riuscì a mettere in ombra la first lady Jackie Kennedy.

Giulio Cesare, si aggiudica il nono posto. Una lista delle sue amanti? Postumia, Lollia, Tertulla, Muzia, Eunoe regina di Mauritania, Cleopatra regina d’Egitto, oltre che l’amatissima Servilia, madre di Bruto e tante altre.

La lista è conclusa, ma prima di parlare dell’ultimo in graduatoria, vorrei ricordare ai traditori del mondo che se non si amano più i rispettivi partner, bisogna avere il coraggio di lasciarli. In fin dei conti nessuno è mai morto per amore, o forse no…

Enrico VIII

 

Adele De Prisco

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi