POST teatro: l’importanza della parola

Di Raffaele Iorio

Il teatro di parola ha un ruolo importante nella formazione dei bambini e non solo, la compagnia POST teatro lo sa bene. È da qualche anno, infatti, che i ragazzi, legati da una passione comune, si impegnano per diffondere il teatro ed educare attraverso mezzi trasversali rispetto al classico modo di insegnare.

Studenti a frotte si posizionano davanti al sipario ancora chiuso, l’entusiasmo disturba l’ordine e incita gli insegnanti a richiamare il silenzio, gli attori si accorgono che il loro pubblico è sempre più vicino. Io resto posizionato dietro le quinte, entro una parete immaginaria che separa me e l’universo, sì perché quando si ha a che fare con i bambini l’unica fantasia che mi appare in mente è lo stupore di avere di fronte tante piccole galassie, ognuna con i propri stati d’animo. A questo punto si apre il sipario e lo show può iniziare, una musica parte e non ci si preoccupa delle scarse risorse, tanto le pareti bianche diventano città, foreste, monti a seconda dell’esigenza, basta immaginarlo. Per noi oggi la scena diventerà l’Italia del periodo fascista, sul palco la rivisitazione di un grande classico della letteratura italiana: Pinocchio; riadattato all’occorrenza per non dimenticare non solo nel giorno della memoria. Basterà qualche piccola accortezza e il gioco è fatto, come per esempio il Paese dei balocchi sarà questa volta l’America.

Il teatro di parola ha un ruolo importante nella formazione dei bambini e non solo, è questo la compagnia POST teatro lo sa bene. È da qualche anno, infatti, che i ragazzi, legati da una passione comune,si impegnano per diffondere il teatro ed educare attraverso mezzi trasversali rispetto al classico modo di insegnare. Il teatro di parola ti impone di colmare il vuoto lasciato dalla quasi mancanza di una scenografia con l’immaginazione. Così mentre assisto alle prove dello spettacolo L’ombra di Pinocchio sono suggestionato dagli stimoli anche io e immagino tutto quello descritto sopra.

«Educare con il teatro significa tante cose, far capire al pubblico quando prestare maggior attenzione, essere parte attiva, quando fare silenzio. L’educazione teatrale è importante perché ci permette di dare voce ai valori in cui crediamo e renderli maggiormente fruibili».

A parlare Silvio Fornacetti presidente dell’associazione con cui ho avuto modo di interagire per scoprire le molte attività della compagnia.

Non solo teatro per i più piccoli, infatti. La POST teatro si fa carico di molte iniziative, tutte legate a un preciso scopo:

“Se un’idea non ha significato e utilità sociale non m’interessa lavorarci sopra.” Le parole di Eduardo De Filippo fanno da faro alle loro attività.

SPETTACOLI

«Teatro di parola, educativo, sociale. La nostra produzione teatrale se con un occhio guarda all’intrattenimento, con l’altro non dimentica di scavare a fondo per restituire un messaggio».

LABORATORI

«La POST teatro realizza laboratori artistici ed educativi ed organizza corsi di formazione in collaborazione con maestri d’arte ed educatori».

POST-IT

«Vogliamo raccontarvi di noi, ma anche di tutto ciò che accade intorno a noi; dalla costola di POST teatro nasce uno spazio di informazione a tuttotondo su teatro, cultura e sociale».

Questa è parte di quanto si legge sul sito ufficiale.

«POST perché vogliamo dare voce al nostro ideale di teatro di parola, perché oggi queste vengono veicolate attraverso i post dei social ma anche i post che ognuno dispone nella propria vita come post-it, l’idea di essere fruibili come parole».

Pertanto lasciamoci trasportare da queste; vi assicuro che è una sensazione stupenda.

 

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi