L’arte del riciclo

di Carlotta Maschio

Le star che decidono di utilizzare in diverse occasioni lo stesso abito e che spesso si danno allo shopping low cost.

Quante volte siamo rimaste lì ferme a contemplare l’armadio per ore, facendo dei calcoli assurdi sul capire cosa indossare e soprattutto, cercando di ricordare cosa avevamo già indossato e in quale occasione? Perché ammettiamolo, noi donne, vogliamo sempre cercare di essere impeccabili, dare l’impressione di indossare outfit e accessori nuovi di zecca ogni volta.

Da oggi c’è però, forse, una speranza per tutte noi. Se è vero che dalle star quasi sempre prendiamo ispirazione riguardo cosa indossare, è altrettanto vero, allora, che da loro possiamo trarre molti altri esempi, uno su tutti: l’arte del riciclo.

Molte celeb, non soltanto attrici o modelle ma donne in vista e sempre al centro della notizia, oggi cercano, attraverso tutti i mezzi in loro possesso, di inviare messaggi sociali. Michelle Obama ad esempio, ex first lady statunitense, è stata negli anni in cui il marito era in carica, una donna perennemente impegnata nel lancio di messaggi sociali.  L’abbiamo vista più volte schierarsi in prima linea per campagne contro la lotta all’obesità adolescenziale, impegnata nella dura lotta contro il bullismo, e infine grande sostenitrice della lotta contro gli sprechi, ergo, l’abbiamo vista in molte occasioni ufficiali indossare più volte lo stesso abito, in barba a ogni fashion victim che si rispetti, e soprattutto ha indossato molteplici volte capi low cost.

Dall’abito a quadroni acquistato su Asos, in occasione del Joining Forces Cookout per la Guardia Nazionale, che la first lady ha ottenuto al costo di 50 sterline, al vestitino della collezione primavera-estate 2011, targato H&M, brand cui tra l’altro Michelle si è più volte affidata, indossato come ospite al The Today Show, pagato appena 29,95 euro.

Lady O. non è certo l’unica donna ad aver scelto di perseguire tale strada, un’altra prima donna devota all’arte del “vestire con poco” è certamente la duchessa di Cambridge, Kate Middleton. Famosi sono i suoi acquisti da Zara, più volte, infatti, la duchessa ha sfoggiato abiti o cappotti del marchio spagnolo, spesso capi al di sotto dei 100 euro, come nel caso, ormai celeberrimo, del cappotto rosso, per l’appunto con l’etichetta firmata Zara, che la Middleton ha indossato per le celebrazioni dei 90 anni della regina. Un cappotto pagato 67 euro, indossato sopra un abito Dolce&Gabbana, che ironia della sorte, è passato completamente in secondo piano!

E non finisce qui, perché la tanto amata duchessa di Cambridge, adora anche alla follia riciclare i suoi abiti: cambio del cappello, acconciatura diversa o semplicemente altri gioielli e il gioco è fatto! Un nuovo outfit prende vita.

Uno dei casi più eclatanti che ha riguardato Kate, a tal proposito, è stato in occasione del matrimonio di Harry e Meghan. La regina del riciclo ha indossato per la terza volta un abito di Alexander McQueen, usato già in occasione del battesimo della secondogenita, nel 2015, e poi nel 2017 in Belgio, durante le celebrazioni del centenario della battaglia di Passchendaele.

L’elenco potrebbe continuare a lungo: viene da citare ancora Keira Knightley che addirittura pare abbia indossato al suo matrimonio un abito Chanel, indossato già precedentemente al SeriousFun London Gala. E poi ancora Helen Mirren, che ha indossato il suo abito Dolce&Gabbana in più occasioni, Eva Mendes, con il suo Atelier Versace, Jared Leto, Elle Macpherson, Victoria Beckham. Insomma la lista è davvero lunga e comprende anche un nome infine, insospettabile: Anna Wintour, direttrice Vogue America. Più volte la Wintour ha optato per la scelta di abiti già indossati, addirittura in occasione del matrimonio del figlio Charlie, volta in cui indossò un abito Chanel, precedentemente utilizzato alla Paris Dallas.

Ovvie prese di posizione politiche a parte, dietro tali decisioni, l’insegnamento che ne deriva è da farne tesoro. Molte volte non ci serve svuotare il nostro portafogli per essere impeccabili; un po’ come quando siamo in cucina e non abbiamo fatto la spesa: apriamo il frigo e mescoliamo gli ingredienti che abbiamo a disposizione, qualcosa di delizioso ne viene sempre fuori.

 

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi