Mettiamoci d’accordo: frutta prima o dopo i pasti?

di Alessandra Genovese

Sempre più spesso si sente parlare di frutta, frutta secca, frutta fresca, frullati di frutta, eccetera… La frutta, in tutte le sue varietà, è un alimento importantissimo per il nostro organismo, poiché fornisce la giusta quantità di fibre, zuccheri buoni e vitamine utili. Ma se dovessimo scegliere in quale momento della giornata è più indicato consumare la nostra frutta, quale sceglieremmo? La risposta non è così semplice come sembra, anzi. Esistono divere scuole di pensiero che affermano teorie differenti: c’è chi dice che la frutta prima dei pasti, quindi a stomaco vuoto, fa bene e c’è chi dice il contrario. Facciamo quindi chiarezza sull’argomento, cercando di aiutare chi desidera consumare quest’alimento importantissimo e sano a capire in quale momento della giornata sia più indicato farlo.

Innanzitutto, l’ideale sarebbe mangiarla a stomaco vuoto poiché in questo modo il nostro organismo è facilitato nella digestione. Consumare frutta dopo i pasti, quindi a stomaco pieno, potrebbe rallentare il processo di digestione e di conseguenza rendere difficoltosa l’assimilazione di vitamine. Tuttavia, tra consumare la frutta dopo i pasti e non consumarla affatto è certamente preferibile il consumo dopo i pasti. Infatti, in alcune diete il consumo di frutta post-pasto è largamente consigliato poiché la frutta, contenendo fibre, facilita l’assorbimento di ferro da parte dell’organismo e riduce invece l’assorbimento di grassi.

Se volessimo fare un resoconto, potremmo definire che i momenti perfetti per mangiare la frutta sono sicuramente: durante la colazione e durante gli importanti spuntini di metà mattinata e del pomeriggio, che non devono mai mancare. Alla fine del pranzo, un consumo di frutta moderato non è da escludere completamente. Molto, in questo caso, fa anche la personale tollerabilità: ci sono persone che si sentono praticamente meglio nel consumo di frutta post-pranzo e chi, invece, preferisce consumarla a stomaco vuoto. La fine della cena è, fra tutti quelli indicati, il momento meno adatto per mangiare frutta poiché la cena dovrebbe rappresentare in sé il pasto più leggero della giornata e aggiungerci un consumo di frutta non è sicuramente tra le scelte più sagge che potremmo fare per il nostro organismo.

Quindi, ricapitolando, diciamo tutti in coro: sì alla frutta a colazione, sì alla frutta durante gli spuntini e no alla frutta dopo cena. Un bel sì, se non lo avete ancora fatto, alla frutta nella nostra alimentazione, a partire da adesso!

 

                                                                                                                  

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi