“Te miso ‘e cazette rosse?”

Sarà capitato a tutti, almeno una volta, di sentire la frase “Te miso ‘e cazette rosse?”, che è un chiaro riferimento all’abbigliamento utilizzato anticamente da ‘o sanzaro.

In ambito popolare questo era uno dei più antichi mestieri al mondo; in effetti non era altro che “un mediatore”, generalmente specializzato negli affitti delle case, che interveniva anche per appuntamenti romantici allo scopo di combinare matrimoni.

Costui ebbe il nomignolo di cazette rosse, per una sorta di identificazione personale; infatti indossava calze di color rosso come quelle dei canonici capitolari del Tesoro di san Gennaro, i quali spesso si assumevano il compito di far da intermediari fra nubendi. Per quanto sia un mestiere quasi del tutto scomparso, sopravvive ancora nella città partenopea… e tu ne hai mai sentito parlare?

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi