Acqua sotto i ponti

di Marta Maresca 

I legami a ponte d’idrogeno fanno sì che la vita nei bacini acquosi possa continuare indisturbata anche a temperature polari.

Immergendo un solido in un liquido questo generalmente affonda a causa della sua maggiore densità rispetto a quella del liquido. Tuttavia, i cubetti di ghiaccio in un bicchiere d’acqua restano a galla. Il motivo dell’inusuale comportamento dell’acqua ghiacciata è da ricercare nel raffronto tra le densità del liquido e del suo solido.

I solidi sono caratterizzati da legami forti che formano un reticolo cristallino ben definito, una vera e propria struttura che sorregge la sostanza. Nel passaggio allo stato liquido alcuni di questi legami si rompono e la sostanza acquisisce una mobilità tale da permettere ai piani delle molecole di scivolare gli uni sugli altri, motivo per cui i liquidi assumono la forma del recipiente in cui si trovano. Allo stato gassoso tutti i legami intermolecolari sono spezzati e le molecole vagano occupando tutto lo spazio a loro disposizione.

Una molecola d’acqua è composta da due atomi di idrogeno legati a uno di ossigeno; l’ossigeno possiede due doppietti elettronici non impegnati in legami che, con la loro carica negativa, attraggono la parziale carica positiva degli atomi di idrogeno, formando i legami a ponte d’idrogeno. Questi sono legami deboli, ma abbastanza forti da influire non indifferentemente sulle proprietà chimico-fisiche della sostanza: difatti, quando l’acqua liquida raggiunge una temperatura di circa 4 gradi centigradi, si instaurano tutti i possibili legami a ponte d’idrogeno aumentando il volume e diminuendo la densità della sostanza a parità di peso.

Grazie a questa peculiarità i bacini d’acqua non ghiacciano totalmente neanche a temperature polari, ma man mano che il liquido raggiunge la temperatura di congelamento e aumenta di volume sale in superficie dove forma lo strato di ghiaccio. Questo funge da isolante tra l’ambiente esterno e il bacino acquoso, nel quale la temperatura è al di sopra dei 4 gradi centigradi permettendo alle specie viventi di continuare indisturbate la propria esistenza.

foto di Victoria Pastore 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi