‘O Principe Piccerillo

Recentemente è stato ristampato per la quarta volta il testo “‘O Princepe Piccerillo”, a cura di Roberto D’Ajello, una straordinaria traduzione del capolavoro di Antoine de Saint- Exupéry, “Le petit Prince”, in lingua napoletana.

L’intensa bellezza di questo dialetto risiede proprio nella sua musicalità, ed è per questo che D’Ajello, nel centenario della morte dell’autore, ha voluto omaggiare con questa lingua questo testo senza tempo.

Un classico che mantiene il suo legame con la tradizione, essendo accompagnato dagli acquerelli originali dell’autore, ma che si intreccia con una nuova lingua e quindi, con nuove piccole sfumature, e con nuove immagini dense di significati.

Una piccola chicca per gli amanti della letteratura e della lingua napoletana!

 

Sai cos’è un “incunabolo”? No!? Allora scoprilo cliccando qui!