Un amore troppo lontano           

di Paola Palumbo

 

“E lontano, lontano nel tempo

Qualche cosa negli occhi di un altro

Ti farà ripensare ai miei occhi

A quegli occhi che ti amavano tanto

[…]

Ad un tratto chissà come e perché

Ti troverai a parlargli di me

Di un amore ormai troppo lontano”.

                                                                – Luigi Tenco

Non è mai semplice mettere fine a qualcosa che ci ha resi felici, che ci ha fatto provare emozioni che non sentivamo da tempo o che, magari, non avevamo mai provato. L’amore è una sfida continua.

La maggior parte delle persone ha paura di questo sentimento, a volte prova a starne alla larga ma ecco che, quando meno te lo aspetti, arriva chi ci fa battere il cuore, ci apre un nuovo mondo. Uno sguardo, un sorriso, magari una chiacchiera scambiata in una notte d’estate, una notte come tante altre… e sei fregato.

Ripensi mille volte a quelle due battute veloci, al modo in cui ti ha guardata, eppure tu quella sera neppure volevi uscire. Non ti sentivi neanche bella eppure lui ha guardato proprio te.

Così inizia tutto. Potrebbe durare una settimana, un mese, anni o forse una vita, ma non dimenticherai niente di tutto ciò. Se tutto questo finisce non significa che non c’è stato mai nulla, magari non era la persona giusta o era il momento ad essere sbagliato.

Nella vita tutto serve per crescere e maturare, ed è proprio grazie alle esperienze che ci trasformiamo.

A nulla porta chiudere il cuore non dando, così, la possibilità ad altri di entrare a far parte della nostra vita. Bloccarsi ad un passato che non ha futuro ci fa restare inermi, ma la vita corre veloce e non aspetta. Così si perde la bellezza del presente.

Questo accade perché abbiamo provato un dolore, forse, troppo forte e non ancora metabolizzato. Restiamo chiusi in noi stessi, per paura di soffrire ancora, per paura di un’altra delusione che ci metterebbe in un istante K.O.

La sofferenza è una tappa necessaria e ognuno la vive in modi e tempi diversi poiché non siamo mai pronti ad affrontarla.

La notte non riesci a dormire, mille pensieri affollano la mente, senti un peso proprio lì, sul tuo cuore. Lo stomaco si chiude e del cibo non vuoi proprio saperne. Quando termina una relazione tutto questo è normale; non vediamo più quella luce che prima faceva parte delle nostre giornate. Tutto sembra scuro ed è proprio in quel momento che dobbiamo cercare qualcosa nel buio e trovarlo.

Bisogna avere pazienza, cercare di andare avanti e, col tempo, il dolore svanisce e resta solo il ricordo. Questa è l’unica cosa che nessuno potrà mai cancellare.

“La memoria del cuore elimina i cattivi ricordi e magnifica quelli buoni, e grazie a questo artificio, siamo in grado di superare il passato”.

 

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi